<  Torna indietro

Giovanni Carpinelli

Oh sì, c’è stata una prima volta. Con Claudio Pasceri che suonava un pezzo di Martinu. Assai concentrato (Claudio). Poi ci sono state tante altre volte. Sempre, o quasi sempre, con un effetto di sorpresa. Come mai avranno scelto quel pezzo… Quanto si danno da fare… Familiarità + straniamento. Più in là, più in là. Senza avere un’idea della fine. Un’avventura musicale. Pensaci, Giacomino. E infatti ci penso ogni tanto. Mi ritrovo al mio posto, mentre loro sono altrove, nella mia immaginazione.

Giovanni Carpinelli, Storico e Ricercatore Istituto Gramsci di Torino